Dj/rupture

(mercoledì 16 maggio, Rovereto, aula magna dell’Università e cortile di Casa Depero)

Spregiudicato intellettuale dall’attitudine multidisciplinare, lo statunitense Jace Clayton è dj, produttore, performer e saggista. Dopo essersi laureato a Harvard, si fece notare nel 2001 con il mixtape Gold Teeth Thief: vertiginoso montaggio a collage di 43 tracce – in genere provenienti dall’emisfero Sud del pianeta – in appena 68 minuti che lo rese immediatamente personaggio di culto nei circuiti “avant-garde”. Da allora ha realizzato imprese di ogni genere, collaborando con altri artisti (dalla Barcelona Symphony Orchestra al regista Joshua Oppenheimer passando dalla cantante Norah Jones), sviluppando – grazie a un finanziamento della Foundation for Contemporary Arts di New York – la suite di software musicale Sufi Plug Ins, basata su una concezione “non occidentale” del suono, e progettando i contenuti audio dell’installazione Silver Clouds per il Warhol Museum di Pittsburgh. Nel 2017 è uscito anche in Italia, per EDT, il suo saggio Remixing- Viaggi nella musica del XXI secolo: “manuale d’uso per il mondo creato dal signor Mp3 e dalla signora Internet”.

 

Maggiori informazioni

https://it-it.facebook.com/DjRupture/
https://soundcloud.com/djrupture

Contenuti Extra

https://vimeo.com/29911235
https://www.youtube.com/watch?v=_ZeGd6CB2LQ
https://www.youtube.com/watch?v=s0nNKbbiXOk