Modeselektor

(sabato 19 maggio, Trento, teatro Sanbàpolis)

Il suono di Berlino dopo la caduta del Muro. Arrivando dalla parte orientale della città, Gernot Bronziert e Sebastian Szary si avventurarono nel sottobosco locale dei rave cavalcando l’euforia dei primi anni Novanta. Insieme dal 1995, furono accolti quasi subito dalla BPitch Control di Ellen Allien e di lì cominciò la loro ascesa. Ciò che producono in proprio e suonano nei dj set è tuttora frutto di quegli impulsi originari: musica fuori dagli schemi, via via etichettata nei modi più strampalati (“big bass techno”, “happy metal”, “psychedelic electro”). Ne sono testimonianza i dischi pubblicati con il loro marchio (mutuato dal nome di una funzione dell’unità di delay Roland Space Echo), quelli insieme ad Apparat firmati Moderat e i volumi – al momento quattro – della serie Modeselektion editi dalla Monkeytown, etichetta da loro stessi fondata. Fra i numerosi estimatori, spicca Thom Yorke, complice nell’album Happy Birthday e nel successivo Monkeytown, nonché responsabile del reclutamento degli Apparat per una tournée dei Radiohead. E se occorrono crediti culturali, ecco un’installazione al Centre Pompidou di Parigi e un ciclo d’incontri alla Merz Akademie di Stoccarda. Tutto questo e altro ancora è raccontato nel documentario We Are Modeselektor, diretto nel 2013 da Romi Agel e Holger Wick.

 

Maggiori informazioni

https://it-it.facebook.com/MDSLKTR/
https://soundcloud.com/modeselektor